Come scegliere il pennello giusto per il fondotinta: uso e tipologie
Mesauda cosmetics | Make up e cosmetici per viso e unghie
Tips & Trends

Come scegliere il pennello per il fondotinta: le differenti tipologie esistenti

I make-up artisti non smettono di ripeterlo e le più esperte lo sanno bene, applicare un prodotto, per quanto di qualità, senza lo strumento adatto rischia di compromettere l’effetto finale del trucco e di farci sembrare poco curate. I pennelli, insomma, sono fondamentali, abbiamo visto come si compone un set basic, ma è ora di entrare nel dettaglio. Ecco come scegliere il pennello per il fondotinta, quali sono le principali tipologie e quando utilizzarle.

Perché usare il pennello per il fondotinta

Il pennello ti aiuta ad esaltare le qualità del prodotto e non sprecarlo. Inoltre, qualsiasi tipo di fondotinta, anche i più densi e coprenti, se applicati con il pennello risulterà alla fine molto naturale, soffice e sottile. Meglio della spugnetta, e sicuramente dei polpastrelli, il pennello aiuta a distribuire in modo uniforme e omogeneo il prodotto.

Gli errori da evitare quando si usa un pennello da fondotinta

L’errore più tipico e diffuso è quello di prelevare il prodotto dalla confezione e posarlo direttamente sulle setole. La regola vuole che il prodotto venga applicato sul dorso della mano e poi in piccole quantità prelevato con il pennello per l’applicazione sul viso.

  1. Pennelli piatti o a lingua di gatto

È la tipologia più classica, si tratta del pennello dalla forma piatta che fino a pochi anni fa era l’unico strumento utilizzato per la base. Oggi si utilizza soprattutto per applicare il correttore e il fondotinta, soprattutto in alcune zone specifiche. Questo tipo di pennello è consigliato soprattutto per i fondotinta cremosi, fluidi e liquidi. Per l’applicazione se segue la tecnica della semplice spatolatura su tutta l’area del viso, evitando di creare accumuli di prodotto.

  1. Pennelli bombati

I pennelli bombati sono ricchissimi di setole, a sezione tonda e a pelo corto. Sono ideali per applicare fondotinta solidi, compatti e in stick. Quando si utilizza questo tipo di pennello, l’applicazione è diversa: la particolare forma di questo strumento è pensata per movimenti circolari, simili a quelli di quando si applica un prodotto in polvere. Bombati, ma leggermente diversi i pennelli per fondotinta in polvere.

  1. Pennelli stippling brush

Ha le setole molto morbide e flessibili e si può utilizzare solo con fondotinta liquidi e facili da lavorare, altrimenti si farebbe troppa pressione e le setole si piegherebbero. Il suo nome ‘stippling‘ deriva dal termine inglese ‘stipple’ che vuole dire ‘punteggiare’ o ‘fare tanti puntini. In effetti il tipo di movimento che si fa per usarlo e quindi per stendere il fondotinta consiste proprio in questo: il pennello viene picchiettato sulla pelle in modo che le punte delle setole rilascino il prodotto come fossero tanti puntini, fino a ricoprire tutta la pelle.

Condividi su: