La differenza tra l’eyeliner e la matita per occhi
Mesauda cosmetics | Make up e cosmetici per viso e unghie
Tips & Trends

Definizione e intensità allo sguardo: la differenza tra eyeliner e matita occhi

Tutte noi siamo esperte di make-up. Ci piace giocare con il trucco e siamo curiose di scoprire sempre prodotti nuovi, sperimentandoli sulla nostra pelle in accordo con outfit e acconciatura. Ma conosciamo davvero la differenza tra eyeliner e matita per occhi? Sappiamo quale sarebbe meglio usare in base alle nostre caratteristiche? Ne parliamo in questo post.

Eyeliner e matita occhi sono due prodotti che servono allo stesso scopo, ma consentono di ottenere un finish completamente diverso a seconda della loro modulazione. Optando per l’uno o per l’altro (o per entrambi contemporaneamente) potrete sfoggiare uno sguardo intenso e definito, ma in modo diverso.

Analizziamo le caratteristiche di eyeliner e matita per occhi e capiamone la differenza, per un trucco impeccabile e che sappia valorizzarvi davvero.

  • L’eyeliner. Capita di considerare erroneamente matita per occhi e eyeliner come due prodotti equivalenti. Ma non è così. Quest’ultimo ha infatti una texture liquida e si applica rigorosamente lungo la rima cigliare esterna superiore, sulla palpebra quindi. Raramente sotto l’occhio, ma comunque mai dentro. L’eyeliner ha un tratto definito e si presenta in varianti con applicatori/pennellino di diverso tipo, a seconda delle esigenze ma anche dell’esperienza di chi lo userà. Esistono perciò gli eyeliner a penna, adatti alle principianti, con il pennellino, sottile o spesso. Quello a punta fine necessita di molta precisione per essere applicato al meglio, quindi se non siete in grado optate per la matita. Valorizza di più lo sguardo se accompagnato da ombretti chiari in grado di mettere in risalto la precisione della sua linea. Inoltre, tenete conto che il pennarello va rimarcato più di una volta per ottenere massima intensità e definizione, mentre l’eyeliner liquido è senz’altro più performante ma va usato dalle sole esperte.
  • La matita occhi. Rappresenta uno degli elementi base del trucco capace di valorizzare gli occhi e camuffare dei piccoli difetti. La matita nera, in particolare, è in grado di modulare la grandezza dell’occhio, allargarlo, restringerlo e allungarlo, cambiando in un attimo lo sguardo. La matita per occhi nella sua versione classica, presenta una punta non troppo morbida come Perfect Khôl di Mesauda Milano la matita per occhi davvero versatile. Il kajal è perfetto per la rima interna dell’occhio ma non solo, in quanto garantisce un tratto intenso alla prima applicazione. E infine, c’è il matitone dalla texture cremosa, in grado di sostituire l’ombretto.
  • Kajal e kohl, un’altra differenza. Il kajal può essere definito l’antesignano dell’eyeliner. Ha origine in India dove viene usato come matita occhi, ma se ne distacca per la diversa consistenza. Ha una texture pastosa e una punta conica dal tratto morbido e scorrevole, ma è piuttosto resistente. Si applica nella parte esterna dell’occhio per dare maggiore definizione e profondità. Potete abbinarlo ad ombretti, sia chiari che scuri. Il kohl invece, è  una sorta di polvere compatta, molto usata nei paesi arabi, da applicare con un pennello rigido dalla punta in feltro.
Condividi su: