Le diverse tipologie di fondotinta
Mesauda cosmetics | Make up e cosmetici per viso e unghie
Tips & Trends

In polvere, fluido, in crema, minerale: le diverse tipologie di fondotinta

Esistono molte tipologie diverse di fondotinta che si differenziano in base alla texture di cui sono composti. Per capire quale scegliere si devono prendere in considerazione alcuni fattori, come qual è quella più adatta alla tua pelle e qual è la tua necessità: se hai bisogno di un fondotinta leggero e impercettibile, se necessiti di un prodotto altamente coprente o, ancora, se te ne serve uno che resista molte ore. Ecco allora nello specifico le caratteristiche delle varie tipologie di fondotinta, il prodotto must have che non può mancare nel beauty case di una donna.

#1 Fondotinta in polvere

Il fondotinta in polvere è composto da pigmenti in polvere pressati, si presenta in cialda e può essere utilizzato sia da asciutto che da bagnato. Nel primo caso viene applicato con un pennello a setole morbide e ha una coprenza leggera; mentre se lo si utilizza da bagnato si applica con una spugnetta inumidita e acquista una coprenza maggiore.

È consigliato principalmente per le pelli normali, miste e grasse, soprattutto per liberarsi dell’antiestetico effetto lucido; mentre è sconsigliato per le pelli secche, screpolate e mature in quanto, essendo in polvere, seccherebbe ulteriormente la cute e gli eccessi di prodotto potrebbero accumularsi nelle piccole pieghe del viso.

#2 Fondotinta fluido

È sicuramente il più diffuso in commercio e si può presentare in tubetto, in boccetta di vetro o di plastica. Si applica con una spugnetta in lattice, con l’apposito pennello in setole o con i polpastrelli.

Ha una texture leggera e una natura versatile in base alla sua formulazione più o meno idratante: può essere utilizzato sia per le pelli secche, che normali o grasse.

#3 Fondotinta in crema

Questa tipologia di fondotinta, data la sua consistenza cremosa, è quella che garantisce una coprenza maggiore ed è quindi il più indicato per nascondere le piccole imperfezioni della pelle e le discromie. Anch’esso si applica con una spugnetta in lattice o con l’apposito pennello in setole e si presenta in vasetto, in stick o in cialda. In quest’ultima versione è solitamente dotato di specchietto e applicatore apposito, ideale anche per un veloce ritocco fuori casa.

A causa della sua texture non è adatto alle pelli grasse o con eccesso di sebo, ma è più indicato per le pelli normali e secche.

#4 Fondotinta minerale

Il  fondotinta minerale è composto esclusivamente da polveri naturali finissime e ha il vantaggio di non occludere i pori. Grazie alla sua texture leggera dona un effetto molto naturale alla pelle e ha una coprenza scarsa.  Si applica con un apposito pennello a setole morbide e molto fitte chiamato kabuki, che per una coprenza maggiore può essere inumidito.

Anch’esso non è particolarmente indicato per le pelli secche.

 

Per saperne di più scopri come scegliere il colore del fondotinta e quali sono gli errori più comuni da evitare.

Condividi su: