Latte detergente viso: come si usa in 3 tips
Mesauda cosmetics | Make up e cosmetici per viso e unghie
Tips & Trends

Latte detergente viso: varie tipologie e come si usa in 3 step

Un latte detergente viso che rispetti davvero la pelle deve essere delicato ed idratare in profondità. Per un viso morbido e tonico occorre scegliere un detergente che non secchi la pelle, ma allo stresso tempo la purifichi.

Scopriamo di più sul latte detergente viso e su come si usa, in 3 step.

1. Pulire la pelle in profondità

Un latte detergente dalla formula delicata, che pulisca a fondo la pelle, eliminando trucco e impurità, ma senza alterarne le naturali difese: è questo il prodotto giusto. Detergere è un gesto essenziale di bellezza, parte importante e integrante della beauty routine, e non soltanto per rimuovere il make up. Se riuscite a mantenere la vostra pelle perfettamente detersa e idratata ogni giorno, avrete maggiori chance di vederla sempre giovane e luminosa. Al bando la pigrizia, quindi! Non rinunciate mai, nemmeno per stanchezza, ad usare il latte detergente per il viso. Una pelle ben struccata e libera dalle impurità è una pelle maggiormente ricettiva: accoglierà al meglio tutti i trattamenti di skin care che penetreranno più in profondità. In caso contrario, andrete solo a spingere ulteriormente lo sporco negli strati inferiori dell’epidermide, favorendo la comparsa degli odiosi punti neri.

2. Come si usa il latte detergente

Spesso siamo un po’ confuse su come si usa. Servendovi di un dischetto di cotone, applicate il latte detergente su viso, collo e décolleté. Iniziate dagli occhi, con un movimento dall’alto verso il basso e dall’interno verso l’esterno. Continuate a massaggiare fino alla completa rimozione dei residui di trucco e infine risciacquate. Questo semplice gesto, vi lascerà una magnifica sensazione di morbidezza. La pelle sarà nutrita, idratata e tonica, specie se sceglierete la formula a base di acido ialuronico e vitamina E. Prestate sempre attenzione alla dicitura: dermatologicamente testato e privo di parabeni, specie se avete una pelle delicata che si irrita facilmente, perché non è affatto un dettaglio trascurabile.

3. Un detergente ad hoc per ogni tipo di pelle

Il detergente per il viso va scelto in base al tipo di pelle e considerando anche la texture del prodotto. Le formule in gel, ad esempio, sono consigliate a chi ha una pelle mista o tendenzialmente grassa, in quanto riescono ad assorbire l’eccesso di sebo, ridimensionando l’untuosità. Alcuni sono studiati appositamente per inibire la formazione di impurità e punti neri.

Per quello che riguarda il latte detergente viso a risciacquo, questo è senz’altro apprezzato dalle donne con pelle mista che avvertono a fine giornata l’impellente bisogno di rinfrescarsi, lavando il viso con l’acqua. Chi ha la pelle secca e sensibile, invece, spesso rinuncia a questa operazione anche se le formule odierne contengono quasi tutte degli elementi idratanti che neutralizzano l’azione del calcare. Quindi tranquille!

I prodotti in crema, invece, sono indicati per le pelli secche, che si irritano con facilità e altrettanto velocemente si seccano. Per ovviare a questo problema potete orientarvi su oli struccanti o creme detergenti dalla texture densa. Si tratta di formule ideali per chi avverte la pelle tirare dopo aver lavato il viso. I detergenti mousse con schiuma morbida, infine, sono un’alternativa utile perché non aggrediscono il film idrolipidico.

Condividi su: